Rinvenimento

CANI

COME COMPORTARSI IN CASO DI RITROVAMENTO DI UN CANE

Attenzione e rispetto per gli animali significa anche contattare le autorità competenti ogni volta che vedete un animale che possa avere bisogno di aiuto, senza pensare che magari lo farà qualcun altro!

In caso di ritrovamento di un cane:

  • Cercare di trattenere il cane per impedirne l’allontanamento.
  • Contattare il Comando di Polizia Municipale, il Comando dei Carabinieri del Comune in cui l’animale è stato trovato o il 118. Le Forze dell’Ordine contattate hanno l’obbligo di richiedere l’intervento del servizio di cinovigilanza il quale, a sua volta, deve essere reperibile 24 ore su 24 anche nei giorni festivi e deve recarsi sul posto e recuperare l’animale.

Il cane accalappiato viene consegnato al canile sanitario competente per territorio, dove è probabile che il legittimo proprietario si rechi a cercarlo, in caso di animale smarrito, o venga direttamente contattato dopo l’identificazione tramite l’iscrizione alla Banca Dati Regionale Anagrafe Canina, se il cane è dotato di microchip.

 

GATTI

COME COMPORTARSI NEL CASO DEL RITROVAMENTO DI UN GATTO

Molti gatti, indipendentemente dal carattere docile o selvatico, non si sono smarriti e neppure sono stati abbandonati. Essi possono anche vivere in libertà e appartenere alle cosiddette “colonie feline“, tutelate e protette dalla Legge (Legge n. 281/91 e Legge regionale n. 20/2012). I gatti appartenenti a tali colonie, se riconosciute, sono spesso accuditi da persone volontarie e probabilmente sterilizzati dal Servizio Veterinario ASL o da associazioni protezioniste.

  • Prima di raccoglierne uno dalla strada, occorre pertanto essere certi che sia veramente in difficoltà (esempio: ferito o malato, cucciolo e pertanto incapace di provvedere a se stesso, gatta gravida). La valutazione non è certo così semplice, ma siamo più che disponibili a dare qualche consiglio utile su come intervenire, secondo la situazione.
  • Una volta appurato che il gatto trovato non appartiene a una colonia felina si consideri anche che i gatti smarriti di norma non si allontanano molto dalla loro abitazione; tuttavia sono terrorizzati e tendono a rimanere nascosti, soprattutto durante il giorno.
  • Affiggere al più presto dei volantini nelle vicinanze e diffondere il più possibile la notizia del ritrovamento. E’ possibile che il gatto sia caduto da un balcone o da un terrazzo. Apporre quindi un avviso del ritrovamento presso gli ingressi dei condomini che si trovano in zona.
  • Telefonare e segnalare il ritrovamento al Comando di Polizia Municipale (potrebbe essere già stato segnalato lo smarrimento).
  • Diffondere la segnalazione presso gli ambulatori veterinari della zona.
  • Se si ha la possibilità di ospitarlo nell’attesa di rintracciarne il proprietario o trovare una famiglia disposta ad adottarlo, portarlo da un veterinario per verificare il suo stato di salute, l’età, il sesso e se è stato sterilizzato.
  • Contattare le eventuali associazioni animaliste-protezioniste presenti in zona per verificare se esistono segnalazioni di smarrimento che potrebbero ricondurre al gatto trovato.

A volte il gatto è normalmente abituato a vivere all’esterno e quindi frequentare un’area più o meno vasta e/o distante dalla propria abitazione, specialmente se non sterilizzato l’areale può essere anche molto ampio.
Un gatto che, in salute, frequenta giardini o proprietà non sue, non è detto che sia un gatto abbandonato.

 

ALTRI ANIMALI

COME COMPORTARSI NEL CASO DEL RITROVAMENTO DI UN ANIMALE DOMESTICO NON CANE O GATTO

In caso di ritrovamento di un animale da compagnia non convenzionale (conigli, criceti, tartarughe, pappagallini, ecc.), le operazioni consigliate si riducono purtroppo a poche indicazioni.

  • Comunicare il ritrovamento dell’animale, fornendo un’accurata descrizione dello stesso, al Comando di Polizia Municipale del Comune in cui è stato trovato. Lasciare il proprio indirizzo, i recapiti telefonici e farsi indicare qual è la struttura competente per territorio eventualmente in grado di ospitare l’animale.
  • Affiggere dei volantini, meglio se con una foto, prima nella zona di ritrovamento e poi estendendo il raggio della ricerca: in particolare agli ingressi dei condomini, nei luoghi di maggior passaggio, presso supermercati, fermate di mezzi pubblici e negozi di articoli per animali.
  • Diffondere la segnalazione presso ambulatori veterinari ed eventuali associazioni animaliste-protezioniste presenti in zona.

 

ANIMALI SELVATICI

COME COMPORTARSI NEL CASO DEL RITROVAMENTO DI UN ANIMALE SELVATICO

In caso di ritrovamento di un animale selvatico il riferimento è la Polizia Provinciale che si occupa, con proprie strutture o con strutture private convenzionate, al ricovero e alla riabilitazione di tutte le specie selvatiche. Per la Provincia di Udine il numero verde da contattare è 800961969.

Si ricorda che gli animali selvatici sono proprietà dello Stato e quindi:

  • I cittadini privati non possono detenere specie selvatiche, se non per il tempo strettamente necessario per un intervento urgente di primo soccorso.
  • Gli animali selvatici non possono essere affidati a privati cittadini se non con provvedimento ad hoc dell’Amministrazione Provinciale o in via subordinata dell’Autorità Giudiziaria.
  • I privati cittadini non possono detenere nemmeno specie protette morte e/o imbalsamate salvo casi particolari.

Per informazioni e approfondimenti: http://www.forthebirds.it/norme-di-protezione-fauna-selvatica/

Share
HAI TROVATO UN ANIMALE?
Ecco come comportarti
CALENDARIO EVENTI
Eventi futuri e passati
ALCUNI SUGGERIMENTI
Per il benessere del tuo amico

CANI
Entrati: 38
Usciti: 48

GATTI
Entrati: 98
Usciti: 111

Dati da 01/01/2013
aggiornati al 31-12-2017