Questo sito e gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy. Se si vuole avere più informazioni oppure negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consultare l'informativa di E.N.P.A ONLUS  Privacy e Cookies Policy.

Una casa accogliente per cani e gatti in attesa di adozione

Il Parco Rifugio è l'espressione di un'idea per un concetto nuovo e più evoluto per il ricovero e la cura dei cani e dei gatti in attesa di adozione.

Primo manifesto del parco rifugio

E' un insieme di “padiglioni” e di "spazi attrezzati" immersi nel verde destinati all'attività motoria, alla cura ed al ricovero dei cani e dei gatti ospitati che sono in attesa di adozione.

Si propone di salvaguardare la dignità e la salute degli animali ospitati e al contempo facilitare l'incontro e la reciproca conoscenza con chi li vuole come compagni.

  • Il progetto Parco Rifugio

    Il progetto nasce dalla necessità di continuare l’attività del Rifugio del Cane che offriva un servizio di pubblica utilità a favore di cani e gatti, ma che non poteva proseguire in quanto il terreno su cui sorgeva non era di proprietà dell’E.N.P.A..

    La nuova struttura è progettata con un minimo impatto ambientale ed è circondata su due lati da un Parco dedicato ai cittadini e ai loro cani. Vuole essere una rivisitazione del canile “tradizionale” (luogo di detenzione di animali) sia dal punto di vista strutturale sia per quanto concerne gli aspetti di tipo gestionale e di offerta dei servizi.

    Si propone di migliorare la tutela degli animali ospitati per aumentare le possibilità di successo di una loro adozione e al contempo offrire alla comunità locale servizi didattici, culturali e di interazione con gli animali.

    Per il ricovero e la custodia dei cani la struttura è pensata a “padiglioni” immersi nel verde ognuno con la propria area di sgambatura.
    Per il ricovero temporaneo dei gatti che hanno bisogno di cure i padiglioni destinati a gattili dispongono di locali e stanze infermeria dedicati con annessi giardini.

  • Polo di servizi per la cittadinanza

    Il Parco vuole diventare un luogo valorizzato ove la frequentazione della cittadinanza viene favorita esattamente come in un Parco cittadino ed un polo di servizi di cinofilia rivolta alla cittadinanza.
    Per questo sono previsti:

    • un'area di sgambamento recintata dotata di parcheggio aperta ai cittadini e ai loro cani

    • un'area per le manifestazioni pubbliche per eventi di socializzazione, per progetti educativi rivolti ai bambini e progetti di valorizzazione del cane e del suo ruolo sociale

    • una clinica veterinaria che inizialmente sarà destinata agli ospiti della struttura e poi, a regime, aperta per fornire servizi agli animali dei privati cittadini

    • un inceneritore che oltre ad essere utilizzato per fini interni verrebbe in futuro messo al servizio della collettività.

    Manifestazione pubblica per il Parco Rifugio
  • Gli obiettivi

    Il Parco Rifugio vuole così favorire il turn over delle presenze, migliorare il benessere degli animali, sostenere le adozioni, prevenire gli abbandoni e le rinunce, lanciare una cultura di responsabilità e di autentica cinofilia e non solo.

    Chi desiderasse maggiori informazioni può scriverci all’indirizzo e-mail udine@enpa.org o venirci a trovare al Parco Rifugio - Via Gonars, 107 - Udine, negli orari di apertura al pubblico.

  • Il vostro sostegno

    Il vecchio Rifugio del Cane era nato nei primi anni Settanta ed è vissuto soprattutto grazie alla beneficenza e alla generosità delle persone che ora, con questo progetto, diventano ancora più necessarie!

    Confidiamo nel Vostro aiuto. Chi vuole contribuire può farlo con una donazione utilizzando le seguenti modalità:

    • con una donazione presso la nostra sede in Via Gonars, 107 - Udine, negli orari di apertura al pubblico

    • sul c/c bancario codice IBAN IT10L0863112300000000828602 presso la BancaTer, filiale di Via Gorghi a Udine.

Manifestazione pubblica per il Parco Rifugio