L’adozione di un animale

L’adozione di un animale è una scelta responsabile… e PER SEMPRE!

Quignone copia45357 copia

Pertanto chi intende adottare un animale innanzitutto deve commisurare le proprie disponibilità con le esigenze dell’animale che intende adottare. L’entusiasmo iniziale dell’adozione con il tempo si riduce, mentre gli obblighi e le responsabilità rimangono. Cosa fare prima dell’adozione?
Alcuni consigli…

  • E’ necessario essere consapevoli che si sta assumendo una responsabilità per tutta la vita dell’animale (la vita media di un cane/gatto è di 14 anni e se non si è sicuri di poter garantire le stesse cure ed attenzioni per tutto questo tempo, forse si può tenere in considerazione l’adozione di un cane/gatto anziano).
  • Tutta la famiglia deve essere d’accordo nell’adottare un animale, pertanto la decisione va presa all’interno della famiglia tutti insieme.
  • E’ necessario essere consapevoli che bisogna avere il tempo da dedicare all’animale (ad esempio i cani sono animali socievoli che non amano stare soli per molte ore e oltre alla compagnia hanno bisogno di almeno tre passeggiate al giorno per cui se nessuno in famiglia ha la possibilità di tornare a casa a pranzo e per una passeggiata con il cane, forse adottare un cane non è la scelta giusta).
  • Ci si deve informare sulle necessità dell’animale.
  • Si deve essere consapevoli dell’impegno economico per il mantenimento e per la salute del nuovo amico (cibo, cuccia, giocattoli, vaccinazioni regolari, trattamenti antiparassitari e vermifughi, sterilizzazione, la possibilità di malattie ed incidenti le cui cure necessarie potrebbero essere molto costose).
  • Si deve pensare a una soluzione adeguata per i periodi di vacanza se il nuovo amico non può venire con noi.
  • Nel corso della convivenza gli animali possono adottare dei comportamenti indesiderati e necessitare dell’aiuto di esperti.
  • Se avete in previsione un grosso cambiamento, come l’arrivo di un bambino, un matrimonio, un trasloco ecc. è meglio rimandare la decisione di adottare un animale (ad esempio un cane, soprattutto durante il suo inserimento in famiglia, ha bisogno di trovare condizioni stabili a cui potersi adattare).
  • Se avete altri animali e non siete sicuri che l’animale che già possedete apprezzerà un nuovo arrivo, consultate il vostro veterinario di fiducia.
  • Assicuratevi che nessun componente della famiglia soffra di allergie verso gli animali (oltre agli esami clinici, provate chiedendo ad un amico che possiede un cane di portarlo a casa vostra per qualche ora oppure state in compagnia di un gatto per alcune ore).

Se a questo punto avete deciso di adottare un animale, ricordate: come le persone, i cani e i gatti sono individui, ed ognuno di loro possiede carattere ed attitudini diverse. Per tale motivo siamo particolarmente attenti nel collocare “l’animale giusto” al “giusto posto” cercando di ottenere così le migliori garanzie di una riuscita adozione. I volontari che gestiscono le adozioni sono gli stessi che, durante il periodo di degenza e/o di ricovero, si sono occupati degli animali e, quindi, conoscono tutte le loro caratteristiche e sono in grado di suggerire l’adozione più idonea alla situazione ambientale e familiare.

 

Adottare un cane

Molti di noi hanno desiderato “possedere” un cane,  e non è detto che ad un certo punto della nostra vita il desiderio non si realizzi.

Non è facile dare consigli a chi decide di prendere con sé un cane: sarebbe come dare consigli per la scelta di un amico.

Pochi punti per aiutare chi non abbia mai avuto un cane ad orientarsi nella scelta.

1) un cane non si “possiede”: si adotta e, facendolo ci si assume un gravoso impegno che durerà per tutta la vita nostra o del nostro cane;

2) un cucciolo di cane è sempre “carino”, a volte un cane adulto non lo è: se cerchiamo in un cane l’aspetto tenero e coccolone del cucciolo teniamo presente che in quasi tutte le razze le caratteristiche somatiche del cucciolo vanno perse con il sopraggiungere dell’età adulta;

3) non si può regalare un cucciolo come fosse un giocattolo: anche se i bambini “adorano” i cuccioli prima di regalarne uno bisogna esser certi che anche chi vive con il bambino sia disposto a tenerlo, ad accudirlo e, soprattutto, a crescerlo. Un cucciolo non è sempre morbido, lindo e piacevole, a volte fa pipì e pupù su tappeti e poltrone, vomita e buca tende e tappezzerie con i denti. Niente di drammatico in confronto al fatto che a volte un cane ci consola e ci dà benessere nella malattia, può salvarci la vita, ci dà tanto amore quanto da nessun essere umano ci si può aspettare, è fedele e si fida ciecamente di noi facendoci sentire indispensabili;

4) se il destino del nostro cane sarà quello di rimanere in casa da solo, o legato alla sua cuccia, per quasi tutto il giorno, rinunciamo al nostro progetto: il “nostro” cane ha bisogno di noi molto più di quanto noi abbiamo bisogno di lui (apparentemente), non condanniamolo ad una vita di solitudine e depressione;

5) il benessere del nostro cane dipende da noi e dall’ambiente in cui lo faremo vivere, nell’adottarne uno cerchiamo di tener presente che un cane di grossa taglia ha bisogno di grandi spazi, ci sono razze che necessitano di cure e attenzioni particolari, spesso i cani particolarmente selezionati possono presentare, in età adulta, particolari patologie anche molto gravi, informiamoci anche in questo senso: un cane malato non dà meno amore di uno sano (anzi), ma, purtroppo, potrebbe diventare oneroso il suo mantenimento costringendo il suo padrone a trascurarlo o addirittura a disfarsene (le tiritere ipocrite sull’amore dell’uomo per il “suo animale” sembrano sempre dimentiche delle migliaia di animali abbandonati solo perché metterli  in pensione in estate costerebbe qualche centinaio di mila lire);

6) se si dispone di poco spazio un piccolo bastardino potrebbe essere la scelta giusta perché generalmente si adatta meglio ed è più resistente, questo non significa che richieda meno attenzione o meno amore o che, per questo, si possa dargli un calcio nel sedere in estate e buttarlo fuori dalla nostra vita;

7) attenzione ai cani di indole aggressiva, non sono cattivi, ma la loro natura non ne fa buoni animali da compagnia se il padrone non è in grado di controllarne e domarne l’indole aggressiva (non a legnate però: non si può sciancare un Rottweiler per renderlo “migliore”); un cane può diventare aggressivo pur non essendolo di natura, se si tratta un cane come un giocattolo, o si permette a qualcun altro di farlo, si rischia di sollevare le sue giuste rimostranze che, non potendo manifestarsi con imprecazioni e urla di sdegno, di solito si manifestano con dolorosi morsi;

8) un cane è un amico fidato, lasciarlo in pensione in estate può essere accettato, ma è comunque un tradimento nei suoi confronti, sarebbe bene abituarsi all’idea di dover stare sempre con lui fino a che resterà con noi. Ci sono alberghi e pensioni che accettano animali ( e sono in aumento), se ne trovano sia al mare che in montagna e anche nelle città come Roma, Vienna, Parigi, Londra ecc. Se avete difficoltà in questo senso contattate una associazione animalista oppure fate una ricerca su Internet: adottare un cane significa anche cominciare a pensare alle nuove necessità della nuova famiglia;

9) un cane ha diritto ad essere accudito e nutrito da cane: niente fritti e dolcetti o avanzi di cucina particolarmente conditi, il cioccolato è dannosissimo per il cane. Il cane è onnivoro, è vero, ma non è una specie di spazzatura, alternativa al bidone dell’umido. La sua alimentazione necessita di certi elementi nutritivi presenti solo in parte nel cibo che possiamo preparargli noi, alcuni alimenti per animali in commercio possono completare egregiamente la sua dieta. Il consiglio del veterinario è sempre prezioso e, a tal proposito…

10) la scelta del veterinario non deve essere casuale: un buon veterinario non solo cura l’animale con dedizione, ma si interessa alla sua salute, è disponibile (ma non per questo lo si può scocciare per un nonnulla), il buon veterinario si interessa più alla salute e al benessere e alle necessità del vostro cane che vostri, è giusto che sia così; un buon veterinario ama il vostro cane anche se voi gli state assolutamente antipatico, non dimenticatelo mai;

11) un cane ha bisogno di un angolo tranquillo da considerare tutto suo, dove possa starsene indisturbato (tenete presente che, contrariamente a quanto accade per il gatto, la presenza del padrone non disturba mai il cane che non abbia problemi mentali); l’equilibrio del vostro cane dipende solo da voi, cercate di renderlo sereno e sicuro, non spaventatelo “per scherzo”, non mettete la sua cuccia in un luogo rumoroso, non tenete mai stereo o TV ad alto volume (l’udito del cane è particolarmente sensibile), non dategli giochi pericolosi che possano essere ingoiati o che possano spaventarlo, non sgridatelo mai per qualche cosa che ha fatto se non  lo cogliete sul fatto (il cane non è in grado di associare ciò che ha fatto alle vostre sgridate se le due cose non avvengono contestualmente, con il risultato che se viene sgridato per “niente” penserà che il suo padrone è un pazzo lunatico che soffre di feroci sbalzi di umore);

12) abituate il vostro cane a giocare con i vostri amici, non vantate il fatto che si concede solo a voi, chiedete ai vostri amici di adattarsi al vostro cane: eviterete spiacevoli inconvenienti;

13) non lasciate mai bambini soli in compagnia del vostro cane, a meno che non siate perfettamente e assolutamente sicuri delle loro reazioni;

14) se avete dei gatti o altri animali: verificate la compatibilità con il nuovo amico peloso;

15) se il vostro coniuge non ama i cani pensateci bene: state per rinunciare al coniuge se non rinunciate al cane, o state per fare del vostro futuro cane un essere infelice.

 

Se avete letto con attenzione tutti i consigli e decidete di adottare un cane o un gatto probabilmente state per fare la cosa più bella della vostra vita!
Per adottare un cane o un gatto presso il Rifugio del Cane di Udine i nostri volontari sono a disposizione negli orari di apertura al pubblico.

Rammentiamo anche che non possono essere adottati animali per fare regali a terze persone.

Share
HAI TROVATO UN ANIMALE?
Ecco come comportarti
CALENDARIO EVENTI
Eventi futuri e passati
ALCUNI SUGGERIMENTI
Per il benessere del tuo amico

CANI
Entrati: 38
Usciti: 48

GATTI
Entrati: 98
Usciti: 111

Dati da 01/01/2013
aggiornati al 31-12-2017